Alesha & Jarryd: Amore per la vita nomade

Written by SV
23. 10. 2017 · 2 min read

Qualche domanda ai viaggiatori Alesha & Jarryd (NOMADasaurus) dal pianificatore di viaggi e vacanze Sygic Travel

Come vi descrivereste in 5 parole?
Avventurosi, divertenti, nomadi, appassionati, curiosi.

Quando è stato il momento in cui avete deciso di diventare dei viaggiatori?
Non c’è stato un vero e proprio momento esatto. Entrambi abbiamo iniziato a viaggiare da soli prima ancora di conoscerci, ma a un certo punto abbiamo entrambi realizzato che amavamo questo stile di vita nomade e abbiamo deciso di viverlo il più possibile. Quando ci siamo conosciuti, ci siamo resi conto che stavamo inseguendo lo stesso sogno e, oggi, dopo 9 anni, stiamo ancora insieme.

Qual è stato il vostro traguardo più grande?
Quello di aver creato uno stile di vita che abbiamo scelto per noi stessi, senza conformarci alla vita frenetica.

Qual è la cosa che amate di più del viaggio?
Conoscere nuove culture e scoprire nuovi luoghi.

Qual è invece la cosa che non vi piace del viaggio?
La mancanza di una comunità.

Qual è il luogo comune più sbagliato sull’essere dei viaggiatori a tempo pieno?
L’idea che sia una vita passata sulla spiaggia a prendere il sole e a bere cocktail al tramonto. In verità passiamo molto del nostro tempo seduti sui sedili degli aerei, degli autobus, dei treni, dei taxi, delle navi, ecc. Inoltre, abbiamo sempre a che fare con la logistica, dalla richiesta dei visti, al trasporto e l’alloggio, fino ad attività banali come fare il bucato, cose che comunque non cambieremmo per nulla al mondo.

Qual è la sfida più grande da affrontare in una vita completamente dedita al viaggio o a uno stile nomade?
Quella di non spegnersi completamente. Viaggiare a tempo pieno ti sfinisce ed è facile perdere l’entusiasmo nei confronti delle cose, perché vieni a contatto con qualcosa di nuovo e stimolante ogni giorno. “Oh, è solo un altro tempio.” oppure “Non mi prendo la briga di visitare anche questa chiesa”: noi diciamo sempre che è una delle maledizioni del viaggiare per tanto tempo.

Qual è il modo migliore per vivere appieno l’esperienza di una cultura straniera?
Viaggiare lentamente e immergersi completamente.

Quali sono le cinque cose di cui non potete fare a meno durante i vostri viaggi?
Il passaporto, le macchine fotografiche, un buon impermeabile, la carta di debito e le scarpe da trekking.

Quali sono ora le destinazioni in cima alla vostra lista?
Poiché a inizio anno abbiamo raggiunto l’obiettivo numero uno della nostra lista, ovvero l’Antartide, ora vorremmo visitare l’Artico e qualsiasi luogo in Africa.

Quali sono le app e i siti che utilizzate per viaggiare (per mappe, itinerari, guide, soggiorni, navigazione, tour…)?
Google Traduttore, Maps.me, Covertitore di Valuta XE, Uber, Google Voli, AirBnB, Booking.com.

Se doveste decidere oggi, in quale paese scegliereste di passare il vostro tempo da pensionati?
Immersione subacquea, surf, kitesurf, wakeboard e tanti drink in qualche posto come le Maldive.

If you should decide today, which country would you pick for retirement?
Forse la Spagna?

Qual è il paese o il luogo più sopravvalutato in cui siete stati?
Sinceramente Buenos Aires non è stata così speciale come invece ci era stato detto dai nostri amici.

Qual è invece il paese o il luogo più sottovalutato in cui siete stati?
Il Kirghizistan!

Segui Alesha & Jarryd: NOMADasaurus / @nomadasaurus